Nati per Leggere

E’ un Programma Nazionale per la promozione della lettura precoce in famiglia nella primissima infanzia (dai 6 mesi, ai 6 anni). Le biblioteche che aderiscono al progetto sono:

Descrizione
Bibliografia
Il digitale

Il Distretto Bibliotecario Montagna promuove il progetto Nati per Leggere

1. Il programma NATI PER LEGGERE

Nati Per Leggere è un Programma Nazionale per la promozione della lettura precoce in famiglia nella primissima infanzia (dai 6 mesi, ai 6 anni) sviluppato dall’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Italiana Biblioteche e il Centro per la Salute del Bambino

Coinvolge bibliotecari, pediatri, genitori, educatori, volontari ed ha come obiettivo primario quello che tutti i bambini conoscano ed amino il libro e la lettura.
Leggere con una certa continuità ai bambini ha una positiva influenza sul loro sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo, relazionale, con effetti significativi per tutta la vita adulta.
Approfondisci cos’è Nati per Leggere

Perchè è importante leggere

2. Perchè è importante leggere

Come è indicato nelle pagine del sito ufficiale www.natiperleggere.it, “l’evidenza scientifica dimostra che i primi anni di vita sono fondamentali per la salute e lo sviluppo intellettivo, linguistico, emotivo e relazionale del bambino, con effetti significativi per tutta la vita adulta.

La voce di un genitore che legge crea un legame solido e sicuro con il bambino che ascolta. Attraverso le parole dei libri la relazione si intensifica, essi entrano in contatto e in sintonia grazie al filo invisibile delle storie e alla magia della voce. È questo il cuore di Nati per Leggere, fornire ai genitori gli strumenti per consolidare un legame indissolubile con il proprio bambino.
Il bambino, infatti mentre ascolta le parole di un genitore che legge, acquisisce abilità essenziali per l’apprendimento del linguaggio: distingue i suoni delle parole, impara nuovi vocaboli, e associandoli alle immagini, ne comprende il significato.
Il libro inizialmente è anche un bellissimo oggetto da esplorare, toccare, manipolare, e perché no, assaggiare. Per i piccolissimi, infatti il codice sensoriale (udito, olfatto, vista, tatto e gusto) è lo strumento principe per conoscere, fare esperienze, apprendere.
Crescendo, poi, il bambino aumenterà anche la capacità di concentrazione, si potrà identificare con il protagonista delle storie che ascolta, favorendo così il riconoscimento delle proprie emozioni e l’accettazione delle stesse.
Leggere insieme rappresenta inoltre un momento di “relazione privilegiata”. Non occorre avere uno stile particolare o chissà quale competenza, l’importante è che il genitore (o chi per lui: nonno, zia…) si approcci con serenità alla lettura.
In questo modo il bambino potrà associare il benessere di questa attenzione esclusiva che un adulto gli sta dedicando al piacere della lettura. Ma di motivi per leggere ad un bambino ce ne sono tanti…
“Nati per leggere” ne individua almeno 10, che potete trovare qui.

Cosa facciamo

3. Cosa facciamo

Le attività sono momentaneamente sospese per le misure di contenimento della pandemia.

Nel territorio dei comuni del nostro distretto vi sono numerose azioni, presidi e incontri pubblici in cui viene promosso il programma nazionale Nati per Leggere

I presidi NpL sono istituiti presso cinque Biblioteche comunali. Sono luoghi in cui vi è uno spazio adeguato ad accogliere famiglie con i bambini piccoli, fornito di libri per la lettura 0-6 anni, presenziato da personale bibliotecario formato sulla lettura fin dal primo anno di vita.
L’accesso a questi spazi è libero e aperto durante l’orario di apertura delle biblioteche.

Biblioteca comunale di Castiglione dei Pepoli
Biblioteca comunale di Gaggio Montano
Biblioteca comunale di Marzabotto
Biblioteca comunale di Monzuno
Biblioteca comunale di Vergato

Diverse azioni NpL vengono portate avanti nel nostro territorio come incontri di promozione del progetto durante i corsi di accompagnamento alla nascita organizzati dai Consultori familiari, distribuzione di materiale promozionale ai pediatri attivi nei nostri comuni, incontri di promozione alla lettura presso gli ambulatori vaccinali di Castiglione dei Pepoli e Marzabotto, incontri con la famiglie presso i Nidi d’Infanzia.

Vengono inoltre periodicamente organizzati incontri pubblici nelle biblioteche in cui vengono proposte alle famiglie alcune letture di libri assieme a momenti di condivisione della pratica di lettura e di consiglio su come proseguire a casa con questa attività.

I volontari NpL

4. I volontari NpL del nostro territorio

I volontari NpL sono formati attraverso corsi gratuiti istituzionali gestiti e coordinati a livello nazionale. Nel nostro territorio sono attualmente attivi dieci volontari

Il programma NpL riconosce e valorizza il ruolo dei volontari, persone che dedicano il loro tempo e la loro voce alla promozione della lettura, collaborando con i bibliotecari, formandosi ed aggiornandosi sui libri, lavorando in gruppo, facendo rete con le comunità di riferimento. Spesso si tratta di figure professionali, come insegnanti della scuola dell’infanzia ed educatori di nido, ma non mancano impiegati, studentesse, genitori, nonni.

“Leggere ai bambini è bello perché mi fa diventare un po’ bambino: pronto all’entusiasmo, alla meraviglia, alla fantasia. Leggendo ai bambini mi immedesimo in loro, e il mondo, la vita, si presentano come una meraviglia ancora tutta da scoprire.”
Alfredo
“Mi chiamo Virginia e sono un’insegnante di scuola primaria. Leggere attraverso le iniziative di NpL mi ha permesso di incontrare famiglie, genitori e bambini insieme e mi ha dato la possibilità di far scoprire loro la bellezza e l’importanza della lettura sin dalla più tenera età. È davvero emozionante osservare un papà o una mamma mentre sfogliano un libro con il loro bambino o la loro bambina: diventano momenti indelebili nella loro vita e in qualche modo anche nella mia… perché so che tutto questo mi sta arricchendo enormemente.”
Virginia
“Il libro che vorrei consigliare è: “La montagna di libri più alta del mondo”. È un albo illustrato abbastanza recente, che può insegnarci il potere e la forza dei libri: perché un libro può portarci lontano e farci fare viaggi meravigliosi…pur restando sdraiati sul tappeto di casa o comodamente seduti in poltrona. Quale libro migliore in questo periodo storico? Un abbraccio”
Virginia
Bibliografie consigliate

5. Bibliografie consigliate

Ci sono molti libri per bambini in circolazione, ma non tutti stimolano le emozioni e la mente dei bambini allo stesso modo. Tra tutti i prodotti editoriali che escono ogni anno in Italia ci sono libri eccellenti, libri mediocri e, anche, libri di scarsissima qualità, come accade per qualsiasi altro ambito o settore.
A livello territoriale del Distretto Montagna abbiamo redatto una bibliografia di testi consigliati dalle bibliotecarie, dalle educatrici e dai volontari coinvolti nel progetto

IL DIGITALE, QUESTO SCONOSCIUTO

Vi siete mai chiesti perché i bambini amino così tanto smartphone e tablet? E come mai pediatri ed esperti chiedono invece ai genitori di limitarne l’uso?